Dieta salute cardiovascolare

Visite: 525

Nutrizionista specializzata per pazienti con patologie cardiovascolari a San Giuliano Milanese Sud-Milano 

Nutrizionista: piano alimentare per la salute cardiovascolare

Le malattie cardiovascolari (malattie ischemiche del cuore, come l'infarto acuto del miocardio e l'angina pectoris, e le malattie cerebrovascolari, come l'ictus ischemico ed emorragico) rappresentano la principale causa di morte e invalidità in Italia.

Oltre ai trattamenti medici a fare la differenza sono gli stili di vita corretti come mangiare sano, fare attività fisica costante e smettere di fumare.

Pertanto, una corretta alimentazione, associata ad altri interventi multidisciplinari, svolge un ruolo importante nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari perché può aiutare attivamente il trattamento medico a controllare alcuni fattori di rischio modificabili ad essa correlati che predispongono allo sviluppo ed alla progressione delle patologie cardiovascolari, come elevati valori di colesterolo, trigliceridi, glucosio, bassi livelli di HDL, ipertensione arteriosa, diabete, sovrappeso-obesità e adiposità addominale.

Dieta salute cardiovascolare: per quali patologie è indicata la visita con la nutrizionista?

Questo percorso nutrizionale è rivolto a:

- Persone sane che desiderano perfezionare la propria alimentazione per continuare a mantenersi normopeso ed in salute;

- Coloro che intendono migliorare il controllo di fattori di rischio individuati dal medico specialista attraverso l’adozione di una sana dieta personalizzata;

- Pazienti che hanno già avuto manifestazioni cliniche di patologia cardiovascolare e che necessitano di un controllo efficace e duraturo dei fattori di rischio attraverso l’adozione di un rigoroso e sano regime alimentare al fine di rallentare la progressione della malattia, ridurre la possibilità di recidive nel corso della vita, ottimizzare l’esito a lungo termine dei trattamenti medici e delle procedure di rivascolarizzazione (come angioplastica o bypass).

Come funziona la visita con la nutrizionista?

La prima visita di circa un’ora comprende:

- Indagine su storia clinica del paziente ed eventuali condizioni patologiche accertate dal medico specialista;

- Raccolta di informazioni sulla storia del peso del paziente, eventuali oscillazioni nel corso degli anni e diete pregresse;

- Rilevazione delle misure antropometriche (peso, altezza, BMI, circonferenze); 

- Accurata anamnesi delle abitudini alimentari e valutazione dei livelli di attività fisica svolta;

- Determinazione degli obiettivi del trattamento, educazione alimentare per un corretto stile di vita e definizione condivisa con il paziente delle strategie dietetiche per gestire ed ottenere buoni risultati nella propria quotidianità;

- Elaborazione di un piano alimentare personalizzato sulla base delle informazioni e dei dati raccolti, che sarà inviato tramite mail o consegnato in studio nei giorni successivi

È consigliabile presentarsi alla visita con esami, possibilmente recenti, e documentazione clinica in possesso correlata ad eventuali patologie accertate dallo specialista.

Dieta salute cardiovascolare: come funzionano i controlli con la nutrizionista e ogni quanto farli?

Le visite di controllo, della durata di mezz’ora circa, vengono effettuate in genere una volta al mese.

Durante questo incontro si rilevano nuovamente le misure antropometriche, si valuta l’aderenza allo schema nutrizionale, si chiariscono eventuali dubbi o problemi legati alla dieta rispondendo a domande e curiosità. 

Questi colloqui sono fondamentali per permettere al nutrizionista individuare eventuali difficoltà ed intervenire in maniera puntuale ed efficace per superarle e persistere nel raggiungimento degli obiettivi prefissati, fornendo nuovi consigli ed input motivazionali.

Manuela Amato Nutrizionista - Scopri ora il suo profilo